Misericordia Massa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Home Page

Comunicazioni dalla Sede
Convocazione assemblea ordinaria soci 2021
pubblicato il 27 May 2021 da pelliccia
Fine anno 2020
pubblicato il 31 Dec 2020 da pelliccia
Progetto "TIME TO CARE" (Bando)
pubblicato il 14 Sep 2020 da pelliccia
Un defibrillatore per la Misericodia di Massa
pubblicato il 07 Sep 2020 da pelliccia
Previsioni meteo sulla città
Gruppo Giovani Misericordia


Dopo 35 anni dalla sua fondazione,
la Misericordia "San Francesco" raddoppia e apre una sezione a Marina di Massa

Da fine mese ottobre 2021 una sede sarà anche in via Parma, negli ampi spazi delle suore. Il Presidente: «Servizi, ma anche un luogo di incontro per i giovani e le associazioni»

Ci sono storie, esperienze e percorsi diversi, ma c’è una convinzione. In Grazia Lazzerini, come in Germano Mutti, in Roberto Pinucci, come in Fabio Tognoni e Andrea Fioravanti. È la convinzione che la dimensione collettiva del vivere sia preferibile all’individualismo esasperato, l’idea che l’associazionismo, la solidarietà, i percorsi condivisi siano risposta alla solitudine, all’isolamento. Alla povertà. Vite diversi di uomini e donne che insieme sono un pezzetto di storia della Misericordia di Massa e che, dopo 35 anni dalla sua costituzione in città, sentono che le fondamenta della confraternita sono così forti da poter edificare – per rimanere alla metafora della costruzione – una nuova casa.

Ecco allora che nasce la sezione di Marina della Misericordia San Francesco. Nasce in una sede “speciale” per collocazione e spazi. La sezione, intitolata a suor Fernanda Nasi tra le fondatrici della Misericordia a Massa, aprirà i battenti tra la fine del mese e i primi di novembre in via Parma, negli spazi dell’Istituto Figlie di Maria Missionarie: grandi locali e uno spazio verde per la Misericordia, ma non solo: «La sezione – a ripercorre le tappe fino alla nascita è il presidente Bruno Ciuffi – dà concretezza alla volontà di essere presenti su tutto il territorio, dunque anche sulla costa, con un impegno di accoglienza e cura del prossimo.

La sezione metterà a disposizione servizi sociali e sanitari». Ma farà molto di più perché aprirà i suoi spazi alle piccole realtà associativi, a gruppi di persone organizzati che un luogo in cui riunirsi non ce l’hanno: «Penso – spiega Ciuffi – ad associazioni con cui già collaboriamo, come le famiglie di ragazzi portatori di sindrome di Down o l’Unitalsi (associazione che trasporta i malati in visita ai santuari ndr), ma la mia speranza è offrire un luogo di incontro ai giovani, in cui possano stare insieme, magari fare corsi, suonare musica, scoprire una socialità sana». Un luogo che sia non solo una sede, ma anche un riferimento e una risposta al bisogno di incontro e confronto, che offra l’occasione, anche ai giovani, di iniziare un percorso e, in quel percorso, definire una dimensione: «Molti ragazzi hanno cominciato l’esperienza di volontariato e trovato nell’ambito del sociale o dei servizi sanitari una dimensione, anche professionale».

Scopi della nostra associazione

Scopo della Fraternita è l'esercizio volontario, per amore di Dio e del  prossimo, delle opere di Misericordia, corporali e spirituali, della cura dei malati e degli anziani, del pronto soccorso e dell'intervento nelle pubbliche calamità, sia in sede locale che nazionale ed internazionale, anche in collaborazione con ogni ente pubblico nonché con le iniziative promosse dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia. La Fraternita potrà promuovere ed esercitare tutte quelle opere di umana e cristiana carità suggerite dalle circostanze e rendersene partecipe, attuando nei propri settori di intervento opera di promozione dei diritti primari alla vita, alla salute, alla dignità umana, nell'ambito della crescita civile della società a misura d'uomo.
In particolare la Fraternita tende a realizzare:
a) l'elevazione spirituale mediante l'esercizio di pratiche di pietà e di carità, di mutuo aiuto e di pratica di culto affinché venga favorito un rapporto più intimo tra fede e vita;
b) il soccorso ed il trasporto dei feriti, degli infermi e degli handicappati;
c) il trasporto, la cremazione e la sepoltura dei defunti;
d) il suffragio religioso dei fratelli e delle sorelle defunti;
e) l'assistenza  ai malati, agli anziani,agli emarginati e bisognosi, nei luoghi di cura e ricovero e a domicilio, anche
realizzando idonee strutture di accoglienza, diagnosi, di cura e di  prevenzione;
f) l'assistenza ai carcerati;
g) il servizio di protezione civile
h) la promozione di iniziative formative, culturali, ricreative e sportive.




Iscriviti alla nostra Mailing List
Numeri di utilità sanitaria
Numero di EMERGENZA 118. Guardia Medica Pediatrica. Servizio Veterinario.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu